Locazioni al top: NEW YORK resta la città più cara al mondo.

Locazioni al top: NEW YORK resta la città più cara al mondo.

📅07 settembre 2011, 15:39

Secondo l’annuale rapporto di Cushman & Wakefield sull’andamento dei canoni di locazione nelle strade più importanti del mondo, il mercato è in ripresa in oltre il 60% dei 63 Paesi analizzati.

La Fifth avenue a New York, con 16.704 euro al metro quadro all’anno (+21,6%), resta l’indirizzo più costoso del mondo. Notevole l’incremento registrato a Sydney. L’Asia e l’America Latina trainano la crescita. Nessuna novità sui tre gradini del podio rispetto

Locazioni rapporto Cushman & Wakefield

New York, Fifth Av,

allo scorso anno nella ricerca “Main Streets Across the World”, dopo la Fifth avenue si piazzano Causeway Bay a Hong Kong (14.426 euro al metro quadro all’anno, +16,7%) e Ginza a Tokyo (7.750 euro, +8,7%). Sorprende invece il balzo in avanti compiuto da Pitt Street Mall nella metropoli australiana che, con i suoi 7.384 euro (+33,3%), salta dal nono al quarto posto.

Seguono costanti gli Champs Elysées a Parigi (7.364 euro), mentre perde una posizione New Bond street (6.901 euro). Anche la nostra via Montenapoleone, nonostante mantenga la stessa quotazione del 2010 (6.800 euro), indietreggia di uno step, al settimo livello.

Tra gli incrementi più significativi vanno citati quelli di Wangfujing a Pechino (+109,5%, a 2.817 euro al metro quadro all’anno) e di Garcia D’Avilla street a Rio de Janeiro (+52,2%, a 901 euro ). Per quanto riguarda l’Italia, via Condotti a Roma si ferma a 6.700 euro al metro quadro all’anno, seguita da corso Vittorio Emanuele a Milano (4.800 euro) che supera via della Spiga (4.700 euro).


 

Share this article: