Rassegna parigina “Louis Vuitton – Marc Jacobs”

Rassegna parigina “Louis Vuitton – Marc Jacobs”

📅16 marzo 2012, 11:07

Non è solo una retrospettiva su quasi due secoli di moda la rassegna “Louis Vuitton-Marc Jacobs” allestita fino al 16 settembre 2012 al Musée des Arts Décoratifs di Parigi.

A essere rappresentato il talento di due geni del fashion system che si rivela essere un’occasione di approfondimento sull’industria della moda e della sua storia. Con questa rassegna Louis Vuitton celebra le vicende creative di Louis Vuitton, fondatore della maison nel 1854, e quella di Marc Jacobs, suo direttore artistico dal 1997.

Louis Vuitton  Marc JacobsDue figure affascinanti ma molto diverse tra loro, accomunate dalla passione per il savoir-faire, dalla ricerca di innovazione, dall’attenzione alla creatività e dalle collaborazioni con i più grandi artisti delle rispettive epoche. Curata da Pamela Golbin, l’esposizione presenta due innovatori che si sono appropriati dei codici culturali e delle tendenze del rispettivo periodo storico per creare e modellare gli stilemi della moda contemporanea.

Tutto ciò porta alla conoscenza dell’ industria e del mercato del fashion durante due periodi decisivi, l’uno che ha inizio con l’industrializzazione del XIX secolo e l’altro che guarda alla globalizzazione del XXI secolo. Lo spazio espositivo di 1500 mq si divide tra due piani, ognuno dedicato a ciascuno dei creativi.

Al primo piano l’universo di Louis Vuitton in cui i mitici bauli realizzati dal 1854 al 1892 sono esposti insieme alle collezioni di moda e accessori del XIX secolo di proprietà del Musée des Arts Décoratifs, in un viaggio appassionante nell’evoluzione del costume e della storia del viaggio.

Il secondo piano, dedicato a Marc Jacobs, ripercorre gli ultimi quindici anni della sua carriera presso l’azienda del lusso. I visitatori sono accolti da un grande “moodboard” di video e foto che raccolgono le ispirazioni del direttore artistico per proseguire con una gigantesca “chocolate box” che racchiude più di cinquanta borse create dal designer per il marchio.

Gli abiti più emblematici delle collezioni dal 1998 ad oggi sono esposti su manichini in movimento appositamente creati per la mostra, mentre, a chiusura del percorso, un tributo alle collaborazioni di Marc Jacobs con i più grandi artisti contemporanei: Stephen Sprouse (2001 – 2006 – 2009), Takashi Murakami (2003) e Richard Prince (2008).

Share this article: