OROAREZZO: i “must” del gioiello per la prossima estate presentati nella manifestazione aretina.

OROAREZZO: i “must” del gioiello per la prossima estate presentati nella manifestazione aretina.

📅09 maggio 2018, 10:22

Colori pastello, opale rosa, rubino, turchese e verde. Gioielli grandi ma leggeri. L’avvento di bronzo e argento e la riscoperta del corallo. Questi i “must” del gioiello per la prossima estate presentati a OROAREZZO.

Si è conclusa ieri la manifestazione del settore orafo italiano, organizzata da IEG, Italian Exhibition Group e detta i “must” del gioiello per l’estate 2018.

Le linee generali emerse dai prodotti presentati negli stand degli oltre 600 espositori delineano il carattere della moda estiva nel gioiello: al primo punto è il tema del colore.

Gioielli coloratissimi ma con tinte pastello: opale rosa, rubino, turchese e verde.
Forme che tornano importanti nelle dimensioni ma che, grazie alle nuove tecnologie produttive – elettroformatura – mantengono una leggerezza inaspettata e sorprendente risultando più agevoli da indossare e più accessibili nel prezzo.

OROAREZZO Le collezioni si ampliano nei materiali: bronzo e argento così come il corallo diventano protagonisti di creazioni fantasiose che richiamano gli elementi della natura, dai fiori alle farfalle. In  particolare l’argento vive un momento di grandissima attualità anche per la sua duttilità nell’essere accostato ad altri materiali, dal cuoio ai metalli meno preziosi.

Sempre più vicino al mondo della moda il gioiello articola le sue collezioni declinandole con gli stili dettati dal fashion. La profondità dei décolleté così come la lunghezza delle maniche ispirano le forme e indicano le dimensioni.

Ma OROAREZZO è anche un importante osservatorio sui mercati internazionali. Vengono qui infatti buyer da tutto il mondo per rifornire i negozi e le catene più importanti: dagli USA ai paesi dell’Est, passando per il mondo arabo.

Sui mercati esteri, si confermano le tendenze arabe con i monili grandi e appariscenti, anche se, per effetto della globalizzazione anche qui il gusto sta avvicinandosi a quello occidentale con una tendenza alla riduzione dei volumi.

Il mercato cinese conferma il suo interesse per gli oggetti piccoli, delicati, curatissimi e molto dettagliati, e predilige argento e pietre.

Dalla Russia arriva per la prossima estate la richiesta di forme geometriche e gioielli multicolore.

Quali che siano le linee, le forme o i colori, in tutto il mondo, comunque, il gioiello made in Italy, grazie al know how e alla creatività delle aziende dei nostri distretti produttivi – Arezzo, Vicenza e Valenza – continua a essere un valore insostituibile e indiscutibile.


 

Share this article: