BRUNO EURONICS si affida a CHECKPOINT SYSTEMS per implementare un nuovo progetto di loss prevention.

L’azienda, affiliata della nota insegna di elettronica di consumo e leader della distribuzione specializzata in Sicilia, ha scelto la consulenza e i progetti di Checkpoint per il nuovo megastore di Catania.

Checkpoint Systems, società attiva a livello mondiale nella gestione delle differenze inventariali, annuncia di aver sviluppato un progetto di consulenza per Bruno Euronics volto a garantire una più efficace gestione delle attività di loss prevention all’interno del nuovo punto vendita di Catania, un megastore di 5.000 metri quadrati di superficie espositiva inaugurato lo scorso settembre.  L’azienda Bruno Spa – affiliata all’insegna nazionale Euronics, di cui è titolare di 14 punti vendita in Sicilia – disponeva già di sistemi di protezione Bruno Euronics Checkpoint Systemsantitaccheggio, ma le attrezzature installate fino ad ora non erano frutto di una reale progettazione che rispecchiasse le specificità di ogni store, “In occasione dell’apertura dell’ultimo negozio – spiega Ignazio Amore, direttore del pv di Catania – è emersa la necessità di individuare un nuovo partner a cui affidarci per un progetto più strutturato che prevedesse lo studio e poi la successiva implementazione di un sistema di sicurezza integrato. La nostra scelta è caduta su Checkpoint Systems che, dopo un sopralluogo nelle nostre strutture e un’analisi approfondita delle nostre problematiche, ha individuato la soluzione più adatta alle nostre esigenze.”  In particolare, il retailer era alla ricerca di un sistema integrato che garantisse un controllo, continuo ma discreto, di tutte le aree del punto vendita e che non richiedesse la presenza costante di personale dedicato a presidio delle zone più sensibili, come ad esempio depositi, aree relax e bagni dove non sono presenti telecamere di sorveglianza.  Checkpoint ha perciò proposto di adottare un sistema denominato Smart Alarm Management (SAM), una funzionalità delle gamma di antenne di ultima generazione Evolve che riconosce se l’allarme EAS è stato attivato in seguito all’ingresso di merce protetta in zone non autorizzate del punto vendita. In tal caso, il sistema avverte il personale tramite un pager di remotizzazione che segnala quale tra le antenne dislocate nelle varie aree è entrata in funzione. Smart Alarm Management filtra inoltre tutti quelli che sono gli allarmi involontari (ad esempio, attivati dall’avvicinamento della merce etichettata alle barriere antitaccheggio) e in questo modo garantisce al personale di intervenire nella maniera più opportuna solo quando è davvero necessario.  “In uno store così esteso e con un layout caratterizzato da lunghi corridoi con ampi lineari, è per noi fondamentale avere la garanzia di controllare da remoto tutte le aree, ma al contempo, di non compromettere l’atmosfera rilassata e accogliente che vogliamo offrire alla clientela quando visita i nostri punti vendita” commenta Ignazio Amore.  Sempre in tale ottica, Checkpoint ha suggerito l’installazione all’ingresso dello store di un sistema Metal Point, un dispositivo che permette di rilevare la presenza di fogli metallici o “borse schermate” spesso utilizzate dai taccheggiatori allo scopo di ridurre la capacità dei sistemi di rilevazione EAS (Electronic Article Surveillance). Quando Metal Point individua la presenza di tali oggetti, non fa attivare l’antenna ma invia una segnalazione agli addetti alla sicurezza, che possono così prestare maggiore attenzione al cliente sospetto per prevenire i tentativi di furto.  Smart Alarm Management e Metalpoint sono stati integrati nelle antenne di ultima generazione Evolve G20; eleganti dispositivi in plexiglas che rispondono ai requisiti estetici dei punti vendita e che,come le altre antenne della gamma Evolve di Checkpoint, sfruttano un campo rotante in radiofrequenza di 360° che migliora sensibilmente il rilevamento delle etichette. L’accordo con Checkpoint prevede inoltre la fornitura di una serie di soluzioni antitaccheggio per la protezione dei prodotti di elettronica di consumo maggiormente soggetti a furto e l’integrazione all’interno del sistema Evolve anche del contapersone bidirezionale Visiplus. Grazie a questo sistema, gli store manager possono raccogliere una serie di informazioni dettagliate sull’affluenza dei visitatori e la pedonabilità del punto vendita, dati assai utili per meglio definire le strategie di marketing da utilizzare al fine di ottimizzare l’operatività all’’interno dello store.
“Siamo davvero soddisfatti della collaborazione avviata con Checkpoint – conclude Ignazio Amore – la consulenza che ci hanno offerto e il supporto in ogni fase di implementazione del progetto sono stati il vero valore aggiunto che cercavamo in un partner. A questo si aggiungono le ottime performance che le loro soluzioni ci stanno garantendo, e la perfetta integrazione dell’intero sistema di loss prevention con il layout dei nostri punti vendita.”  Alberto Corradini, Sales Director di Checkpoint Systems Italia, commenta così il progetto di loss prevention che l’azienda ha realizzato: “Così come è avvenuto nello store di Bruno Euronics a Catania, siamo convinti che solo un’analisi approfondita delle specificità di ogni punto vendita permetta di sfruttare la potenzialità delle tecnologie antitaccheggio nella maniera più soddisfacente, al fine non solo di limitare le differenze inventariali, ma di garantire la migliore esperienza d’acquisto e la massima operatività dello store”

www.bruno.euronics.it