Due nuovi prodotti da KARTELL: la lampada Taj del designer Ferruccio Laviani, e il tavolo Invisible Side del designer Tokujin Yoshioka.

“Taj, più che una lampada è un segno tridimensionale, una scultura luminosa, una presenza che ci accompagna sulla scrivania come su un mobile. Pur essendo una lampada da tavolo, Taj vuole uscire dallo stereotipo che necessariamente la vuole articolata, snodata, meccanizzata, per trovare una forma semplice che serva in modo pratico alla funzione che le è stata affidata. Bella da accesa come da spenta, Taj sfrutta la tecnologia LED per ottimizzare e minimizzare il più possibile la sorgente luminosa e allo stesso tempo essere un nuovo step nella sfida tecnologica aziendale realizzando un oggetto dal know-how unico. Taj è realizzata nella versione “naked” completamente trasparente, nella versione “frozen” in plastica satinata e nelle versioni bianco e nero coprente.”

Lampada Taj – design Ferruccio Laviani

Queste le parole che arrivano direttamente dalla casa madre, Kartell. Dal genio del designer Ferruccio Laviani nasce questa originalissima lampada dal design pulito e la forma affusolata.
Kartell è un’azienda che ha ormai consolidato il proprio nome su un sapiente uso del materiale, che viene riprodotto sulla Taj con una versione satinata, una finitura innovativa per la casa, che ha gettato nuova luce sulla tradizione storica di Kartell.
Oltre alla specificità innovativa a livello materico, un’altra delle novità interessanti di questa lampada è il fatto che integri la funzione Eco, tutta basata su una tecnologia LED che economizza fortemente consumi e dona un’ottima resa cromatica, con quella del Tasto a Sfioro, che consente non solo di gestire l’accensione, ma anche la modulazione della luce a livello di intensità. Sfiorando la lampada è infatti possibile passare da un’illuminazione fioca e flebile ad intensità maggiori, sino ad arrivare ad un’illuminazione più netta e forte.

La Taj è prodotta in due misure, una piccola che sarà disponibile da questa estate, ed una grande immediatamente ordinabile.
Si tratta di un oggetto dal forte valore artistico, Ferruccio Laviani è infatti uno dei designer più noti degli ultimi anni. Il suo è un linguaggio contemporaneo, arricchito da dettagli particolari, a volte reminescenze del passato, che denotano una spiccata personalità e avvalorano l’oggetto di “esprit d’artiste”. La Taj è quindi una lampada che vanta non solo l’onere di essere la neo-nata creatura di una mente creativa e sofisticata quale quella di Laviani, è un complemento di design, ma anche un oggetto d’arte, qualcosa che mixa la funzionalità della lampada con il coefficiente d’arte che rende opera un oggetto qualunque. Proprio per queste caratteristiche si tratta di un elemento che può essere preda non solo di appassionati di design sempre in cerca della novità, ma si presta perfettamente anche all’idea di essere regalata! La forma semplice e raffinata infatti fa sì che possa adattarsi a tutti i gusti e a tutte le età. È una lampada da scrivania, ma può essere messa in soggiorno o addirittura in cucina come complemento d’arredo su un ripiano o su un mobile che si vuole esaltare. Che si acquisti per sé o per fare un regalo ad una persona cara, dunque, è difficile che si tratti di una scelta di cui potersi pentire in futuro.

Altra novità in casa Kartell è il tavolo Invisible Side del designer Tokujin Yoshioka. Nominato Designer dell’Anno 2007 al Design Miami per la sua immaginazione e la sua tecnica innovativa, Yoshioka ha l’abilità di trasformare materiali semplici con metodi di produzione inediti. Questo designer attua un lavoro essenziale tutto basato sulla modulazione materica.
Invisible Side è un “oggetto dal design pulito, lineare, minimal, sintesi estetica della cultura giapponese del designer. E’ un prodotto multifunzionale, leggero ed elegante, che può agilmente trasformarsi in un side table o in una consolle e vivere non solo nei diversi ambienti domestici (dal living alla camera da letto) ma anche fare fronte alle varie funzionalità del contract”. Le testuali parole che arrivano dalla casa madre, Kartell.

Tavolo Invisible Side – design Tokujin Yoshioka.

Si tratta di un prodotto dalla forma essenziale, pulita e netta. Vi è un’estrema cura del particolare, come si può notare non vi sono punti di giuntura. La maestria di Kartell sta proprio nell’utilizzare un metodo ad un unico stampo per i propri elementi che fa sì che i punti di saldatura non si vedano.

Inoltre, come per la Taj, anche per l’Invisibile Side l’oggetto gode di valore e pregio acquisiti dall’abilità ed il nome del designer. Questo tavolo può essere utilizzato sia come piano d’appoggio posto in un soggiorno o anche come angolo tra due divani, in particolare la versione più bassa. E’ disponibile in due versioni trasparenti (cristallo o fumè) e due coprenti (bianco o nero), ed in due diverse misure.

Share