Al MAPIC vince l’ottimismo.

Al MAPIC vince l’ottimismo.

📅21 Novembre 2013, 16:59

Una nuova ventata di ottimismo ha soffiato sul Mapic 2013, la fiera internazionale del mercato immobiliare retail dove si sono riuniti circa 8300 specialisti del retail provenienti da 70 paesi.

I dibattiti si sono incentrati sulle strategie di vendita al dettaglio omni-channel, sulla crescente importanza delle strutture per il tempo Mapic 2013libero nei centri commerciali e l’aumento delle opportunità immobiliari nelle località più esclusive. Molti i dati che hanno dimostrato un ritorno alla crescita delle vendita al dettaglio – anche se a diversi livelli – in tutto il mondo.

Secondo una ricerca condotta da Colliers International e Rca, gli investimenti in Europa nel retail real estate hanno toccato quota 16,2 mld di euro nel corso degli ultimi sei mesi, in salita del 14% rispetto al 2012, con il Regno Unito ancora in testa per interesse da parte degli investitori, mentre Russia e Polonia continuano ad attirare la maggioranza del capitale da Europa centrale e orientale.

Come ha ricordato Savills, il 78% delle nuove aperture nei principali mercati europei di Londra, Parigi e Berlino sono state effettuate da rivenditori internazionali, e i brand nordamericani rappresentano il 20% di queste aperture.
Ciò che è emerso è anche che i rivenditori monomarca sono sempre più propensi ad entrare nei centri commerciali e retail park. Una delle parole d’ordine a Cannes questa settimana è stata ‘retailtainment‘, ovvero la combinazione di shopping e attività per il tempo libero nei centri commerciali, progettate per migliorare l’esperienza di acquisto.

Le strategie degli shopping center sono fondamentalmente quelle di attrarre calpestio e prolungare la visita dei clienti il più a lungo possibile” osserva il direttore di Mapic Nathalie Depetro. “L’inserimento di più servizi di intrattenimento nei centri è una parte fondamentale di questa strategia – continua – ed è per questo che abbiamo avviato la zona retailtainment al Mapic di quest’anno“.

I rappresentanti degli shopping center come Sonae Sierra Brasil hanno ribadito l’importanza di fornire una visione a 360 gradi dello shopping unito all’intrattenimento per i clienti. Entro la fine dell’anno la multinazionale aprirà il Passeio das Aguas Shopping Mall, il più grande complesso commerciale, nello stato di Goias. “Stiamo sviluppando uno spazio che sarà più di un semplice centro commerciale, ma sarà anche un luogo in cui tutti saranno in grado di trovare alternative di qualità per lo svago e la gastronomia” dice Jose Baeta Tomas, ceo di Sonae Sierra Brasil. Una ricerca Cbre condotta su 10.000 consumatori in Europa ha mostrato inoltre che il 40% dai 16-65 anni usa internet per l’acquisto di beni e due terzi di questi cerca informazioni sui prodotti e i prezzi on-line prima di recarsi nei negozi fisici. Il più grande freno allo shopping on-line è, secondo Cbre, il costo della consegna.
Il prossimo Mapic si terrà dal 19 al 21 Novembre 2014.
www.mapic.com


Share this article: