Nomad St. Moritz 2021 per il design da collezionare

Nomad St. Moritz 2021 per il design da collezionare

📅10 Febbraio 2021, 10:50

Sono molti gli eventi importanti che sono stati rimandati alla seconda metà di questo 2021, come il Cosmoprof Worldwide Bologna solo per fare un nome fra i più noti e attesi del panorama fieristico italiano, ma la buona notizia per gli appassionati del collezionismo e dell’arte contemporanea è che sta per tornare il Nomad St. Moritz.

Questa sarà un’edizione molto particolare, nuova, profondamente rivisitata per rispondere alle esigenze di garanzia della sicurezza sanitaria. Una nuova edizione invernale del Nomad è confermata a St. Moritz, la celebre località alpina dell’Engadina particolarmente apprezzata da un turismo esclusivo, nei giorni che vanno dal prossimo giovedì 25 fino alla successiva domenica 28 marzo. L’iniziativa gode del pieno supporto ufficiale delle autorità svizzere locali.


Andrea Davis / unsplash

Nomad sta per tornare nella location di Chesa Planta, gioiello dell’architettura alpina del XVI secolo di Samedan. Il format della fiera del design Nomad, molto elegante ed esclusivo, raccoglie e mette in mostra gli sviluppi più emozionanti nell’arte e nel design per dispiegarsi nella valle dell’Engadina in modo sicuro e in una vera esperienza immersiva e coinvolgente a tutto tondo.

Questa fiera, che ha avuto inizio nel 2016 per ripetersi ogni anno nella medesima località montana, si può definire come una vera e propria fiera d’arte itinerante che riesce ad ogni edizione ad attrarre le principali gallerie d’arte del mondo per presentare i loro pezzi di design da collezione. Un appuntamento che ci tiene a non snaturare la sua intrinseca vocazione elitaria, permettendo di partecipare solo su invito.

I visitatori di Nomad St. Moritz sono persone estremamente competenti, che vanno da architetti e interior designer, da critici d’arte a operatori del mercato dell’arte, ma anche semplici appassionati curiosi e con buone disponibilità economiche ai quali non spaventa l’acquisto di oggetti molto ricercati. Il lasciapassare per la partecipazione  alla fiera Nomad avviene solo tramite invito nominativo o tramite richiesta per mezzo del sito Web dedicato, offrendo un approccio diverso alla vendita di arte contemporanea e design d’autore.

“Nonostante la crisi sanitaria e gli stravolgimenti economici, il 2020  per gli oggetti di arte contemporanea in Italia ha confermato di non aver subito perdite sostanziali rispetto all’anno precedente con la dismissione di alcune opere dei musei per aumentare il fondo dedicato al contemporaneo e, al tempo stesso – riporta il sito Utileincasa.it – sono sempre più i proprietari che vogliono circondarsi di oggetti d’arte in casa. Non solo sculture o dipinti, ma anche tappeti, sedie e divani dei famosi designer e piccoli complementi d’arredo da collocare in ogni stanza”.

D’altronde il bello e ciò che suscita emozioni non ha tempo e viene apprezzato in ogni epoca. Quella di St. Moritz è davvero una tappa irrinunciabile per il “Circolo” che si chiude con le altre fiere che vengono svolte in edifici di grande pregio storico di grande importanza nelle città di Cannes, Venezia e Monaco, in coerenza con lo spirito itinerante dell’evento e della sua scelta di indirizzarsi ad una platea di visitatori VIP.


Share this article: