Il MEG di Abet Laminati: massima libertà espressiva ed elevata resistenza anche per le superfici esterne

Il MEG di Abet Laminati: massima libertà espressiva ed elevata resistenza anche per le superfici esterne

📅08 febbraio 2018, 12:37

Il MEG (Material Exterior Grade) è  un  laminato  plastico  decorativo  specificatamente  studiato  da Abet Laminati per uso esterno.

Grazie alle sue caratteristiche di robustezza e resistenza alle intemperie e soprattutto alla ricca gamma di colori disponibili, è un materiale particolarmente apprezzato dai progettisti poiché non pone limiti alla libertà espressiva grazie anche alla possibilità di personalizzazione offerta dalla stampa digitale.

Tra i nomi con i quali l’azienda di Bra da anni mantiene un continuo e proficuo dialogo, vi è certamente Alessandro Mendini che ha spesso utilizzato il MEG per gli esterni di alcune delle sue più note architetture. Basti pensare  al Groninger Museum  in  Olanda  o  alla  Triennale  di Incheon  in  Corea  del Sud  e  alle installazioni come il Teatro dei Burattini nei giardini della Triennale di Milano e infine all’Albero Stilematico, il totem alto 6 metri presentato al Fuorisalone del 2017 per inaugurare la mostra su Vassilij Kandinskij al Mudec.

Molti sono i progetti di architettura che hanno visto il MEG protagonista e che hanno segnato la collaborazione tra Abet Laminati e importanti progettisti in Italia e all’estero. Tra questi vi è il laboratorio multifunzionale e di ricerca O|2 Lab Building ad Amsterdam, progettato dallo studio olandese EGM Architects con l’intento di sostenere la ricerca scientifica all’interno del campus universitario VU.

Un grande spazio sviluppato come un enorme cubo che si apre verso l’esterno offrendo agli utilizzatori ampi spazi luminosi e con una vista sull’esterno. Per l’esterno di questo edificio, dal forte impatto visivo, sono stati utilizzati diversi decori della collezione MEG Wood.

superfici esterne Meg Abet LaminatiIl MEG è un laminato decorativo ad alta pressione, costituito da strati di fibre cellulosiche impregnate con resine fenoliche termoindurenti e da uno o più strati superficiali di carta decorativa impregnata con resine termoindurenti aventi speciale resistenza alle intemperie.

La particolare compattezza del MEG assicura un’ottima combinazione di caratteristiche meccaniche quali la resistenza alla flessione e all’impatto. L’omogeneità e l’alta densità dei pannelli garantiscono un’elevata resistenza all’estrazione degli elementi di fissaggio.

Il MEG viene utilizzato principalmente per il rivestimento di facciate (tipicamente facciate ventilate) e di balconi, nonché per la realizzazione di frangisole, di arredo urbano e di segnaletica esterna.

I pannelli MEG garantiscono resistenza alla luce solare e agli agenti atmosferici (pioggia, neve, ecc.), pertanto una facciata ventilata realizzata con MEG costituisce un risultato di alto livello tecnico e di piacevole contenuto estetico.

Il MEG esprime una forte connotazione progettuale anche con le facciate frangisole e con elementi per la copertura di zone di passaggio, come le pensiline.

La potenzialità espressiva del MEG si enfatizza con il taglio su misura che permette di interrompere la luce solare e creare suggestivi giochi di ombra. Il MEG, forte del suo core compatto, può  essere  infatti alleggerito con disegni contemporanei o che si rifanno agli eleganti Musharabia orientali.

Il progetto con MEG non ha limiti e suggerisce sperimentazioni e idee infinite.

Un’elevatissima percentuale di materie prime utilizzate per la produzione del  MEG proviene da fonti rinnovabili. Solventi organici, amianto e metalli pesanti non entrano nel suo ciclo produttivo.

Il MEG non rilascia gas, vapori, solventi o fluidi.

Considerato il suo elevato potere calorifico, il MEG consente anche il recupero energetico derivante dalla termovalorizzazione dei suoi scarti in appositi impianti di incenerimento.

Inoltre, il MEG ha ottenuto una positiva valutazione dell’analisi del proprio ciclo di vita (LCA=Life Cycle Assessment) elaborata sulla base dello standard ISO 14040, la quale consente di determinare l’impatto ambientale del prodotto prendendo in considerazione i materiali utilizzati, il consumo di energia e le emissioni in tutti gli stadi della vita del prodotto stesso.
www.abetlaminati.com


 

Share this article: