GOODS, a Milano una vetrina sul mondo fashion carico di emozioni.

GOODS, a Milano una vetrina sul mondo fashion carico di emozioni.

📅09 novembre 2011, 13:44

Il designer Pietro Castagna ha curato gli arredi realizzando spazi espositivi inediti e suggestivi.

GOODS apre i battenti nel centro storico di Milano (in Via Castelfidardo 2) per raccontare una moda autentica fatta di capi unici, pezzi basic per il su misura e linee esclusive di scarpe e borse vintage.

Lo spazio interno è stato concepito in modo del tutto inedito ed originale cercando sinergie con materiali diversi: le scarpe sono accostate a materiali vintage, lanterne cinesi, ruote di antiche biciclette, guantoni da baseball. L’abbigliamento è trattato come un “oggetto” da combinare ad altri “oggetti”, che, insieme, evocano un’emozione, un “sogno”straordinario, quasi un film che scorre sul filo della memoria.

Goods Milano Pietro CastagnaMateriali vecchi e nuovi, legni antichi, metalli grezzi contribuiscono a ricreare un involucro neutro. Accostati tra loro, sembrano prendere le distanze dalla “moda”, ma in realtà, sanno esaltare ciascun elemento: il gioco consiste nel trovare il valore aggiunto, l’accessorio, l’incognita capace di risolvere l’equazione del proprio stile. Le borse stanno agli arredi vintage come il tubino nero, sinonimo di eleganza, sta nell’armadio di ogni donna.

I prodotti e l’architettura “allestiscono” un’esperienza di esplorazione e di scoperta da parte del cliente attraverso una pluralità di suggestioni.  In questo modo, si intensifica il link tra la dimensione spaziale del design e quella del vissuto personale del visitatore. Una scarpa può richiamare le calde atmosfere delle milongue di Buenos Aires, sinonimo di un’eleganza un po’ retro, evocando i paesaggi sconfinati delle Pampas argentine …

Goods Milano Pietro CastagnaIl tutto è magistralmente orchestrato dalla volontà di accostare la preziosità di materiali e tessuti a lavorazioni esemplari dai prezzi accessibili: accanto al tubino destrutturato, easy to wear, sfilano abiti di manifattura artigianale, dai disegni originali e dai ricercati grafismi decorativi, un mix couture e street style in linea con il contemporaneo mash up della moda.

E cosa dire della possibilità di declinare i capi della collezione sartoriale 4uattro per Goods in tonalità e tessuti diversi? Un lusso ormai perso, ma che fa la differenza. Scegliendo dalla cartella colore, ci si può scoprire stilisti, re-interpretando i modelli di base a seconda del proprio gusto. Una formula nuova di un “tailored made” innovativo, che non comporta costi aggiuntivi. Tutto questo è Goods! Vecchio e nuovo, fedeltà ai valori, qualità, know how artigianale, sperimentazioni di nuovi talenti emergenti, innovazione estetica che si respira ovunque.


Share this article: