MOTOROLA SOLUTIONS aiuta il retailer a soddisfare le aspettative dei consumatori multi-channel.

MOTOROLA SOLUTIONS aiuta il retailer a soddisfare le aspettative dei consumatori multi-channel.

📅05 luglio 2012, 14:00

Motorola Solutions Inc. presenta la propria visione dell’esperienza di shopping del futuro nel punto vendita, incentrata sulla capacità di entrare in contatto con i consumatori, fornire ai responsabili vendite gli strumenti necessari e consentire ai responsabili IT di rispondere senza complessità alle esigenze del business.

Motorola ha inoltre presentato il proprio nuovo punto vendita esperienziale e i risultati dello studio “Future of Retail 2012”.

Con il passare del tempo l’esperienza dello shopping costituirà l’elemento di differenziazione più importante per il punto vendita. La maggior parte di coloro che hanno risposto alle domande dello studio “Future of Retail” affermano che il punto vendita sarà ancora il canale predominante per gli acquisti.

La sfida per i punti vendita è tuttavia costituita dal fatto che i consumatori ora cercano sul web quello che desiderano acquistare prima di recarsi fisicamente sul punto vendita. Questo rende necessaria una strategia multi-channel in grado di assicurare un rapporto ancora più “fluido” fra l’esperienza di shopping a cui si ha accesso online e quella sul punto vendita, rispondendo così alle esigenze dei consumatori e fornendo accessibilità a prescindere da come o quando i consumatori desiderano fare acquisti.

La tecnologia avrà un ruolo fondamentale nel creare l’ambiente nel quale si svolgerà l’esperienza di shopping del futuro. Questo sarà:

Connesso – I clienti saranno collegati ai responsabili vendite, questi saranno collegati fra di loro, ed entrambi saranno collegati alle informazioni necessarie relative ai prodotti disponibili sul punto vendita.

Predittivo – La raccolta, l’analisi e la distribuzione dei dati relativi a clienti, prodotti e altri elementi operativi consentiranno ai punti vendita e ai responsabili delle vendite di prevedere i bisogni dei clienti e andare oltre le loro aspettative.

Personalizzato – Al consumatore saranno presentate esclusivamente le informazioni per lui rilevanti, selezionate fra tutte quelle disponibili.

Consapevole del contesto – Il sistema del punto vendita riconosce luogo, identità, attività e orario relativi alle diverse persone e prodotti, in modo da generare eventi intelligenti.

Coerente – Le esperienze proposte da tutti i canali ai consumatori saranno coerenti tra loro, siano esse informazioni generiche, aspettative sugli acquisti e sui resi o diffusione del marchio.

Lo studio di Motorola su retailer e consumatori degli Stati Uniti ha rivelato i seguenti elementi:

• L’elemento che soddisfa meno i consumatori è la disponibilità di buoni e sconti (45%). Il 42% è insoddisfatto del tempo che deve aspettare per pagare e della disponibilità di commessi e responsabili vendite. Il 41% è insoddisfatto della poca consapevolezza dei responsabili vendite in merito alla disponibilità degli articoli in magazzino, mentre il 39% degli intervistati non è soddisfatto del loro aiuto o del livello di informazioni da loro fornite.

• In cinque anni, oltre 4 retailer su 10 (il 41%) prevede di fornire informazioni personalizzate sui prodotti direttamente sullo smartphone del cliente basate sui comportamenti precedenti del consumatore stesso, e oltre il 35% dei retailer prevede di riconoscere i propri clienti all’interno del negozio grazie alla tecnologia geofencing o di presenza. Il 42% prevede l’invio di buoni sulla base della posizione nella quale si trova il cliente all’interno del punto vendita.

• Quasi i tre quarti dei retailer intervistati (il 74%) ritengono che la creazione di un’esperienza più coinvolgente all’interno del punto vendita costituirà un elemento di importanza critica nel corso dei prossimi cinque anni. La metà dei retailer intervistati ritiene che l’integrazione delle esperienze online con quelle sul punto vendita sarà un elemento cruciale nei prossimi cinque anni.

• I retailer intervistati ritengono che entro il 2017 i terminali dei POS fissi dotati di personale registreranno la riduzione di quasi un quarto delle vendite (il 23%), mentre circa la metà delle transazioni sarà completata attraverso mPOS (punti vendita mobili), attraverso i terminali di self checkout oppure grazie al dispositivo mobile del cliente.

• I retailer intervistati prevedono che entro il 2017 il 42,5% delle loro vendite avverrà tramite sito web, siti per mobile e siti dedicati al social commerce.

Connettersi con il cliente

• I retailer possono offrire ai clienti un servizio di Wi-Fi in-store che consenta loro di cercare le informazioni relative ai prodotti che potrebbero essere di loro interesse oppure fornire loro coupon mobili in tempo reale e basati sulla loro localizzazione mentre stanno navigando nel negozio, grazie all’accesso per gli ospiti di Motorola Proximity Awareness and Analytics e alle soluzioni Wi-Fi analytics.

• I manager o i commessi sui punti vendita possono sapere immediatamente sul loro dispositivo quando un cliente fidelizzato entra nel negozio grazie alla presence technology su un network LAN wireless (WLAN)

Competenze ai responsabili vendite

• I responsabili vendite possono eseguire confronti fra prodotti, cercare articoli e chiudere la vendita nel punto stesso in cui è stata decisa con qualsiasi forma di pagamento, tramite vendita assistita e soluzioni mPOS utilizzando il modulo di pagamento mobile di Motorola, tramite il nuovo enterprise mobile computer MC40 oppure con il Tablet ET1.

• I responsabili vendite possono collegarsi immediatamente ai sistemi di back-end o al personale con le maggiori competenze per rispondere alle domande dei clienti, sia che si trovino nello stesso punto vendita, in un’altra città o regione o presso la sede del venditore. Questo può avvenire tramite Mobile Workforce Management, il software intelligente di task-management in tempo reale di Motorola, e tramite Enterprise Voice Solutions dotato di dispositivi appropriati quali il Tablet ET1 o il nuovo smart badge SB1, un dispositivo innovativo ed efficace economicamente che può essere indossato da un commesso con un cordino intorno al collo oppure pinzato alla cintura, per consentire il controllo dei prezzi in tempo reale, la verifica delle disponibilità in magazzino e ottenere le informazioni sul prodotto.

Il mandato alla società IT

• I retailer possono associarsi a Motorola per aumentare la flessibilità operativa e ridurre i tempi necessari a realizzare i benefici degli investimenti nell’ambito dei dispositivi mobili business critical, delle reti WLAN e delle tecnologie applicate al mobile. Attraverso l’utilizzo di servizi incentrati sui risultati invece che sui task, Motorola può aiutare il settore IT ad affrontare operazioni cruciali quali la pianificazione, l’implementazione, il monitoraggio e la gestione, garantendo al contempo il supporto, la sicurezza e la governance necessaria per far fronte alla domanda in continua evoluzione di un ambiente retail multi-channel.

• I retailer e gli sviluppatori delle loro applicazioni possono sviluppare rapidamente e in maniera redditizia delle applicazioni business a livello aziendale che abbiano un aspetto consumer nei molteplici sistemi operativi, dispositivi e schermi grazie alla Motorola RhoMobile Suite.

RICERCA E METODOLOGIA

• Il sondaggio “Future of Retail” è stato condotto dal 18 al 24 maggio, indirizzato al management IT e al management in generale di una varietà di punti vendita

• Il sondaggio è stato progettato per comprendere quale fosse l’attuale utilizzo delle tecnologie nel settore del retail e quali esigenze fossero previste da qui a cinque anni

• Gli intervistati sono stati selezionati dal panel di Research Now Business in modo da rappresentare una gamma di intervistati provenienti da una varietà di punti vendita. 250 intervistati hanno risposto al questionario senza sapere che lo studio era stato promosso da Motorola Solutions

• Il panel e-Rewards® Opinion Panel, operato da Research Now, è il più ampio panel di ricerca online “solo su invito” che serve oltre 900 istituti di sondaggio e che conta oltre 3 milioni di membri che forniscono risposte.
www.motorolasolutions.com


 

Share this article: