VIABIZZUNO alla tredicesima edizione della biennale di Architettura a Venezia.

VIABIZZUNO alla tredicesima edizione della biennale di Architettura a Venezia.

📅31 luglio 2012, 21:10

La tredicesima Mostra Internazionale di Architettura, diretta da David Chipperfield e intitolata Common Ground, sarà aperta al pubblico ai Giardini e all’Arsenale dal 29 agosto al 25 novembre 2012.

David Chipperfield

David Chipperfield

“Il tema centrale di questa Biennale 2012 – spiega il Direttore David Chipperfield – è ciò che abbiamo in comune. L’ambizione di Common Ground è soprattutto quella di riaffermare l’esistenza di una cultura architettonica costituita non solo da singoli talenti, ma anche da un ricco patrimonio di idee differenti. Siamo partiti dal desiderio di enfatizzare idee condivise al di là della creazione individuale: questo ci imponeva di attivare dialoghi piuttosto che selezionare singoli partecipanti”.

Viabizzuno progetta e produce sistemi e corpi illuminanti. Fondata nel 1994 dalla volontà e dall’esperienza illuminotecnica di Mario Nanni, è composta oggi da 70 addetti con un’età media di 28 anni. I progetti spaziano dall’architettura, al design, all’illuminazione. Viabizzuno non progetta lampade, ma luce, utilizzando ogni tipo di sorgente luminosa.

L’ufficio  tecnico, l’Upo, ‘l’ufficio progettazione ombre’, è formato da uno staff internazionale di progettisti provenienti da percorsi formativi diversi che lavorano per dare concretezza alla filosofia guida: ‘progettare voce del biennale di Architettura Veneziaverbo amare’. tre le linee di prodotto: For m, lineare, equilibrata e rigorosa, Alvaline, più decorativa e contemporanea ed una linea speciale di corpi illuminanti su misura.

L’azienda emiliana collabora con architetti internazionali: Shigeru Ban, John Pawson, Mario Cucinella, Claudio Silvestrin, Claudio La Viola e realizza importanti progetti sia in italia che all’estero di spazi privati e pubblici: le boutiques di Giorgio Armani ed Ermenegildo Zegna per esempio, o i negozi Stefanel e Mandarina Duck, l’illuminazione di piazze (Piazza del Popolo a Faenza) o di centri storici (Bagnacavallo), mostre e installazioni (Casa Decor a Barcellona)


 

 

Share this article: