Bianco e Blu, italianità anni 60 e tennis.

Bianco e Blu, italianità anni 60 e tennis.

📅08 Settembre 2020, 13:59

Lo show room Sergio Tacchini progettato e realizzato da Nicola Zema a Vicenza evidenzia caratteri ludici ed iconici fino ad ispirare un ambiente dal sapore giocoso e sportivo sotto l’insegna dell’eleganza.

L’architetto ha saputo interpretare in modo impeccabile le caratteristiche di base della griffe: tutto è chiaro e luminoso, nitido e ordinato, pur nell’ampia scelta di articoli delle diverse merceologie.

showroom Sergio Tacchini progettato e realizzato da Nicola Zema

Il mondo del tennis, universo di riferimento per la griffe, si legge e si manifesta attraverso l’utilizzo della rete di fondo degli espositori o delle racchette anni 60 che diventano mensole di supporto alla scarpa (appunto da-tennis come si diceva in quei tempi..), oppure nelle scaffalature come supporto alle diverse collezioni, fino al più esplicito richiamo alla classica pallina da gioco che, tagliata, mostra quasi scontatamente il suo “cuore” interiore: il logo ST; come se il tennis fosse da sempre Sergio Tacchini, come se le palline avessero da sempre nascosto al loro interno la griffe.

Un’Italia scanzonata e serena patita di sport viene raccontata con il muro della storia o dei ricordi: un’ apprezzabile sequenza di immagini storiche che racconta di campioni sportivi internazionali e memorabili (da McEnroe, Jimmy Connors, Sampras, fino ad arrivare ad oggi con Ivanisevic, per passare anche da Airton Senna).

showroom Sergio Tacchini progettato e realizzato da Nicola Zema

Campioni e storie sportive appartenute al mondo Tacchini. Il tutto è enfatizzato dalla presenza nel negozio di una Lambretta che ci riporta al periodo storico ormai famoso in tutto il mondo che ha ispirato i grandi designer Milanesi supportati nelle loro idee dagli artigiani del quartiere di Lambrate, o  alle atmosfere di Vacanze Romane.

Il risultato è un trionfo di italianità difficilmente non riconoscibile. Mentre il bianco (colore non colore di nobili tennisti antichi) si fa logo per esprimere la cordialità di una griffe elegante, il gioco di elementi iconici presenta il nuovo spirito di un marchio rinnovato che nasce dal tennis e si identifica col tennis ma senza snobbismi o eccessi, sotto il segno di una qualità che vuole essere inclusiva e conviviale.

showroom Sergio Tacchini progettato e realizzato da Nicola Zema

Gli arredi del negozio sono minimali e si completano con i prodotti, veri protagonisti della shopping experience, non senza che un design anni 60 strizzi un italianissimo occhiolino al visitatore.

nz.A S.r.l. nicola zema Architetto


Share this article: