Il POP UP come vetrina per un nuovo marchio.

Il POP UP come vetrina per un nuovo marchio.

📅31 Agosto 2012, 13:15

Il container personalizzato è uno strumento versatile per realizzare un pop up store, anche di breve durata .

Il temporary e pop up store è uno strumento versatile che si presta a realizzare molti obiettivi di comunicazione e marketing.

pop up Loiza

Molti temporary e pop up store sono stati prodotti per presentare agli addetti ai lavori o ai consumatori finali un nuovo marchio, una nuova linea, una nuova collezione.

Spesso la collezione o la nuova linea di prodotti non viene venduta all’interno dello spazio, ma i visitatori possono testare i nuovi prodotti. Nel temporary o pop up store vengono organizzati degli eventi per la stampa, per i distributori, per gli addetti ai lavori. Un elemento di successo è la visibilità, quindi la location deve essere centrale e di grande traffico.

Il periodo di realizzazione spesso coincide con fiere e manifestazioni di settore che richiamano giornalisti e “influenzatori”. La durata può variare tra cinque e dieci giorni. Quando il progetto prevede anche la vendita allora è necessario che il pop up o temporary store resti aperto per almeno 15 giorni-3 settimane. Un’apertura superiore indebolisce l’effetto novità che proprio per la sua durata limitata lo strumento temporary o pop up store garantisce.

Allestire un container

Il container come location per il pop up presenta molti vantaggi. Il primo è la flessibilità, infatti, l’interno si può personalizzare con grande facilità, mentre l’esterno è una vetrina d’impatto, dove una decorazione o rivestimenti con i colori del marchio richiamano da lontano l’attenzione di chi passa. Un esempio: proprio in largo La Foppa a Milano nel 2009 era stato allestito l’OVS CONtemporary shop dedicato alla collezione Baby Angel by Elio Fiorucci con un interno dominato dal colore fucsia.

L’altro vantaggio del container è la modularità: più container possono comporre un pop up più ampio ed essere facilmente trasportati ed assemblati, come nel caso di Puma city, un sorprendente “Shipping Container Store”, composto da 24 container su 3 piani a realizzare un flagshipstore itinerante di 1000 metri. Puma City, ha seguito tra il 2008-2009 le tappe della Volvo Ocean Race, ogni volta i container erano smontati e ri-assemblati.

Case history

Loiza è una nuova linea di Patrizia Pepe. Nasce da una idea di Patrizia Bambi, direttore creativo di Patrizia Pepe, dopo un suo viaggio nell’omonima cittadina della Repubblica Portoricana.

La collezione è ispirata alle atmosfere del luogo, caratterizzata da sperimentazioni, ricerca di materiali, allegria e dinamismo. Per presentare l’anteprima della collezione Autunno/Inverno 2012-2013 l’azienda ha scelto di allestire un container personalizzato in Largo La Foppa a Milano. Il pop up è stato allestito per 2 giorni, l’11 e 12 aprile con l’obiettivo di presentare la collezione A/W 2012-13 alla stampa. L’interno è stato personalizzato e come in una vetrina, i manichini presentavano gli out-fit della linea Loiza. Loiza ha uno store mono-marca a Viareggio.

Marchio Loiza
Azienda Patrizia Pepe
Obiettivo Presentazione alla stampa della collezione Loiza A/W 2012-13
Location Un container personalizzato in Milano, Largo la Foppa
Punti di forza l’utilizzo di un container, la scelta della location

a cura di Francesca Zorzetto
© Pubblicato da AN shopfitting magazine


 

Share this article: