Pasticceria PETIT LAPIN, Westmount, Canada.

Pasticceria PETIT LAPIN, Westmount, Canada.

📅06 Luglio 2016, 10:53
ENGLISH VERSION

Destinataria del Premio al contest Grands Prix du Design del 2015, composto da 14 architetti, designer, registi, insegnanti e presidenti di associazioni, è la Pasticceria Petit Lapin: la prima pasticceria a Montreal ad offrire dolci senza glutine, senza lattosio e senza i dieci principali allergeni alimentari.

retail food an shopfitting magazine

Situata a Westmount, sulla Victoria Avenue, occupa un piccolo spazio commerciale di circa 35 mq., in un seminterrato con un ingresso collegato a livello strada. Principale scopo del progetto è stato quello di attirare la curiosità dei passanti alfine di conquistare anche i loro gusti.

Pertanto, lo Studio di Architettura Open Form, diretto dall’architetto Maxime Moreau, ha creato una serie di superfici strutturate con un sistema modulare di “softwall” con luci a LED integrate, per presentare al meglio i prodotti di finissima pasticceria, evidenziando inoltre l’atrio a doppia altezza, e per dare anche l’illusione di una maggiore grandezza.

Il sistema “softwall” si apre con un gesto continuo sulle pareti, formando così diverse altezze ed accompagnando i clienti nel passaggio tra l’ingresso, l’area vendita ed il banco cassa del piano inferiore.
retail food an shopfitting magazine

Illuminazione
La pasticceria è dotata di un arredamento minimalista e molto luminoso in grado di far risaltare i prodotti dolciari in offerta, visibili sin dalla strada, sia di giorno che di notte. Sospese come una continua opera d’arte, lungo le pareti e sui soffitti dell’ingresso e del piano interrato, le “strisce” a LED flessibili, emettono una calda tonalità di bianco, in quanto integrati nel sistema modulare dei “softwall”; questo sistema di illuminazione sottolinea la delicatezza dei moduli bianchi e rende il loro movimento ancora più fluido e magico. I dolciumi prendono vitalità così come la luce percorre l’interno delle linee.

Superficie
L’immagine della pasticceria è definita non solo dalle sue delicate e vellutate tonalità pastello, ma anche dalle sue strutture e superfici continue. Il sistema modulare “softwall” delle pareti a soffitto richiama le ondulazioni e la flessibilità dei pirottini in pergamena utilizzati per le tortine.

I moduli bianchi traslucidi, realizzati in polietilene 100% riciclabile, enfatizzano la luce ed evidenziano la delicata struttura delle pieghe. I “softwall” e i controsoffitti in quarzo bianchi si muovono dall’ingresso-strada del negozio al seminterrato, e conferiscono all’intero progetto un senso di compattezza.
retail food an shopfitting magazine

Architecture Open Form
Lo Studio di Architettura Open Form si basa su un concetto creativo che guarda all’evoluzione contemporanea dell’architettura: dalla progettazione, ai materiali, alla struttura ed alla costruzione.

Fondato nel 2008 dagli architetti Maxime Moreau e Maurice Martel, sostiene un’architettura innovativa nella realizzazione di progetti: impegno all’ascolto del cliente, ricerca approfondita sull’argomento, sulle forme, sui materiali ed altri particolari che andranno a focalizzare la soluzione ideale.

by AN shopfitting magazine no.133 ©
Photos courtesy Adrien Williams


 

Share this article: