Lo Studio di architettura SMLXL firma gli interni del ristorante coreano Mandu.

Lo Studio di architettura SMLXL firma gli interni del ristorante coreano Mandu.

📅28 Settembre 2020, 12:26
ENGLISH TEXT

Ubicato all’incrocio tra due viali Juan XXIII e Luis Doreste Silva, a Las Palmas de Gran Canaria, il Ristorante Mandu presenta una facciata con colonne rivestite di grandi piastre in pietra lavica di Arucas, tipica della zona.

Lo Studio SMLXL firma gli interni del ristorante coreano Mandu

Anche le pareti del grande vestibolo sono rifinite di questa pietra porosa e creano il passaggio ideale, come nei giardini orientali, per accedere al salone principale, attraverso un ingresso a forma di disco lunare. Da qui si ha accesso ad un ampio spazio composto da diversi ambienti, pensati appositamente per la consumazione.

L’atmosfera calda ed accogliente si estrinseca nel design della prima area centrale: qui, grandi strutture fatte di doghe in legno incurvate, dal pavimento al soffitto, racchiudono cinque tavoli neri con panche collegate tra loro; il tutto in una sorta di enormi “nidi” che rappresentano il rifugio ideale dove trovare ristoro.

Lo Studio SMLXL firma gli interni del ristorante coreano Mandu

Le aree che costeggiano la singolare installazione centrale sono costituite da piccole sale separate da pareti portabottiglie e dai soffitti inclinati sotto i quali trovano posto tavolini per gruppi.

Il Ristorante Mandu è dotato anche di una sala VIP, dove impera uno stile neutro e un sottile incontro di luci dirette ed indirette.

L’estetica curata è in armonioso connubio con il sistema di illuminazione: un gioco formato da luce naturale che filtra dall’esterno si interseca tra le feritoie del portabottiglie, delle doghe fino ad incontrarsi con quella artificiale che evidenzia e focalizza le geometrie di ogni punto.

Lo Studio SMLXL firma gli interni del ristorante coreano Mandu

Architecture Firm SMLXL Design
Lead Architects Xu Hua (interior designer), Luis M. García-Santillán Rubinstein (architect)
Area 311 sqm
Photos courtesy Marcos Rodríguez Rodríguez

by AN shopfitting magazine no.158 ©

Share this article: