Boutique GIO MORETTI Milano.

Boutique GIO MORETTI Milano.

📅13 Aprile 2016, 12:35
ENGLISH VERSION

I signori Moretti, proprietari della boutique Gio Moretti, sono noti collezionisti d’arte moderna e contemporanea oltre che un nome molto apprezzato nel sistema moda a livello internazionale. L’architetto Fernando Mosca si occupa della progettazione degli spazi vendita fin dal 1995.
boutique Gio Moretti Milano Arch Fernando-Mosca AN shopftting magazine-retail-design

L’attuale boutique Gio Moretti è frutto dell’accorpamento nel tempo di volumi diversi. La superficie originaria di 450 mq viene ampliata a partire dal 1996: a seguito di diversi interventi tesi a incorporare nuovi spazi, la superficie totale è arrivata oggi a 1600 mq. Il punto vendita è distribuito su tre livelli.

Il piano terra è dedicato all’abbigliamento e agli accessori donna, mentre al piano interrato è situato il reparto uomo.

Il primo piano è dedicato alla collezione ” contemporary”. La particolarità del negozio Gio Moretti è data dall’allestimento di una zona per libri e riviste, situata all’interno del reparto uomo.

Le scelte progettuali di Fernando Mosca per la ristrutturazione di questo spazio si sono focalizzate sulla scelta dei materiali e sulla luce.
boutique Gio Moretti Milano Arch Fernando-Mosca AN shopftting magazine-retail-design

La pavimentazione in pietra arenaria spagnola “bianco paloma” dialoga con tavolati modellati quasi in modo scultoreo. I plafoni sono attraversati da lamine di luce e tagli strutturali che permettono l’integrazione anche visiva dei vari livelli dello store.

I piani sono collegati da tre scale diverse. Uno scalone centrale con parapetti in cristallo e corrimano in acciaio contribuisce, con la sua leggerezza, trasparenza e lucentezza, a creare un alleggerimento della struttura, oltre ad una amplificazione degli spazi e della luminosità.

Inoltre sono visibili contemporaneamente i vari livelli, creando una continuità nello sguardo che abbraccia tutto il volume.

Gli stessi materiali vengono ripresi per l’altra scala a forma di U. I corrimani si rincorrono riflettendo la luce e ogni elemento strutturale diventa forma estetica, grazie ad un sapiente uso di leggere profilature perimetrali e linee di luce.

I gradini sono ancorati solamente a un elemento portante centrale e, discostandosi dalle pareti perimetrali, creano un effetto di galleggiamento e sospensione.
boutique Gio Moretti Milano Arch Fernando-Mosca AN shopftting magazine-retail-design

Anche le decorazioni a parete riprendono perfettamente linee e grafie della scala, contribuendo a creare un ambiente completamente omogeneo ma allo stesso tempo dinamico. Serve da collegamento ai piani un ascensore anch’esso trasparente. L’insieme di queste scelte progettuali consente di amplificare la sensazione di continuità degli spazi e dei volumi.
by AN shopfitting magazine no.131 ©


FERNANDO MOSCA ARQUITECTO

Nato in Argentina si laurea all’Università Cattolica di Cordoba ed ottiene l’iscrizione all’albo degli Architetti in Spagna, con abilitazione all’esercizio della professione nella Comunità Europea. A partire dal 1987 collabora per otto anni con un gruppo di Architetti a Milano, lo studio Carmellini e Magnoli Associati, sviluppando progetti in Italia e nel mondo.

Durante questo periodo effettua ricerche personali nel campo dell’architettura e, dopo aver maturato importanti e particolari esperienze nel settore della moda, in quello alberghiero di lusso e in quello residenziale, decide di fondare il proprio studio.

Nel 1994 nasce lo Studio Mosca che da subito risponde alle esigenze del cliente, puntando su uno sviluppo concettuale dei progetti, fortemente basato su riferimenti al campo artistico e alle diverse culture mondiali. Si delinea così il suo tratto stilistico di architetto-designer, che trova saldo fondamento sul perfetto equilibrio fra il rigore del segno quasi minimalista e l’abbinamento fra materiali innovativi fortemente tecnologici con materiali tradizionali; un equilibrio formale nel quale il personale utilizzo dell’illuminazione conferisce agli ambienti una configurazione squisitamente “spaziale”.

Nel mondo della moda spiccano collaborazioni con brand primari quali: Sergio Rossi, Gianni Versace, Jil Sander, Giovina Moretti, Frette, Al Duca D’Aosta, Cruciani, Boxeur Des Rues, The Swank a Hong Kong e Cult Fashion Group in Ucraina.


 

Share this article: