PITTI, VICENZAORO: esserci o non esserci? Questo è il problema.

PITTI, VICENZAORO: esserci o non esserci? Questo è il problema.

📅02 Febbraio 2017, 13:49

L’inizio dell’anno è sempre contraddistinto da alcune fiere di settore di grande richiamo, in particolare nel settore fashion e gioiello.

XT retailCi siamo concentrati su due eventi in particolare.

Il Pitti, da tempo ormai alla ricerca di una nuova identità che si sta sempre più proponendo come trampolino di lancio per nuovi brands emergenti.

VicenzaOro, la kermesse internazionale che parla sempre più straniero e che per il nostro paese costituisce una vetrina importante sul prodotto orafo made in Italy.

Prendendo spunto da evocazioni Shakesperiane, considerati i costi molto elevati, è legittimo chiedersi se oggi ha ancora senso partecipare come espositori a queste due fiere.

La risposta non è così ovvia ed automatica.

Ovvero entrambe le fiere sviluppano comunque ancora tanti contatti e visitatori (e questo depone a favore del sì); tuttavia gironzolando per i vari stand, e scambiando due parole con gli addetti ai lavori, molti sono concordi che più di un … DEVI ESSERCI è un … BISOGNA ESSERCI.

Detto ciò cosa abbiamo visto noi di XT.

Al Pitti tanti nuovi brand, spazi più piccoli e con investimenti medi ridotti rispetto agli altri anni. Tanta inventiva e l’ormai consueta e assurda impossibilità di visitare alcuni stand vietati ai fornitori.

A Vicenza Oro il solito ambiente elegante e formale, investimenti sugli stand ancora elevati. Decisamente una maggior disponibilità verso tutti gli operatori.

Per quanto possa contare la nostra opinione riteniamo che alcune osservazioni sono state condivise da alcuni addetti ai lavori presenti in fiera.

Abbiamo rivolto loro tre semplici domande:

  1. Ritiene ancora vincente partecipare alla fiera? E perché?
  2. Su quali prodotti e “mood” avete incentrato il vostro stand?
  3. Quali iniziative retail prevedete per il 2017?

La parola innanzitutto a Katia Olivucci (Ferraris Gioielli)

XT retail news Pitti Vicenzaoro

XT retail news Pitti Vicenzaoro

Katia Olivucci

  1. Partecipare alle fiere è molto importante perché sono delle vetrine nel mondo nelle quali ogni espositore ha la sua visibilità e detta le mode trainanti.
  2. La mia azienda da sempre crea alta gioielleria in fantasia, gioielli alla moda e da dimensioni importanti, il mio stand cerca di rispettare le stesse caratteristiche.  Per me c’è una regola da rispettare: mai esagerare. Come nei miei gioielli, il prodotto finale, proprio perché molto modaiolo non deve sembrare bigiotteria si deve capire subito che è alta gioielleria. Così nello stand, troppi fronzoli possono dare adito a dubbi: ma cosa venderanno quelli? Secondo me la base deve essere semplice poi ci vanno alcuni pezzi di design che “valorizzano e si valorizzano”.
  3. Per il 2017 cercheremo di fare arrivare il messaggio sempre più al cliente finale, sicuramente attraverso i social ma anche con eventi privati in collaborazione con i nostri concessionari.

XT retail news Pitti Vicenzaoro
Sempre nel settore gioiello abbiamo ascoltato il parere di Mauro Zoppini (MPF GROUP: Zoppini, Manuel Zed, Ikonika)

  1. Sicuramente negli ultimi anni essere presenti in fiera ha assunto un nuovo significato, non si partecipa per fare dei numeri,  ma per stringere importanti contatti, specialmente con clienti esteri e approcciare nuovi mercati. E’ una vetrina irrinunciabile per il settore gioielleria, l’occasione per presentare le proprie collezioni, una nuova campagna pubblicitaria, rafforzando la propria presenza accanto ai brand concorrenti, una strategia fondamentale per rimanere competitivi, affermare la propria identità e riconoscibilità. Zoppini sarà presente anche alla fiera di Hong Kong e Las Vegas, poi di nuovo a Vicenza.
  2. Puntiamo molto sull’uomo, abbiamo 3 collezioni in particolare che hanno avuto un forte impatto sul pubblico. La prima, in carbonio e pelle, nasce dalla curiosità che ha sempre portato Zoppini a ricercare innovazione e materiali hi-tech, la seconda “top di gamma” è la primissima collezione Zoppini per uomo in argento con una tecnica di lavorazione brevettata e infine una proposta più informale che gioca con il contrasto tra acciaio e pelle, colori e texture.
  3. Sono in cantiere importanti novità, basti pensare che proprio nel 2017 Zoppini festeggia il suo 20esimo anniversario e vogliamo trasmettere ai rivenditori il nostro entusiasmo. Per celebrare questo traguardo è stato effettuato un refresh del logo e dell’immagine, di conseguenza sarà prodotta una nuova gamma di materiali espositivi e di supporti per i gioielli, nonché nuovi formati di cartelli vetrina che stiamo progettando in questi giorni.

Lelio Zoccai Marketing Manager (Zoccai srl)

XT retail news Pitti Vicenzaoro

Lelio Zoccai

  1. Nonostante l’incredibile potenza del web che permette di raggiungere chiunque in qualunque parte del mondo, fortunatamente per il mondo del gioiello e del lusso è ancora necessario e preferito da noi venditori e clienti interagire faccia a faccia per mostrare i prodotti e far si che si crei un legame emotivo tra il cliente ed il gioiello e rispetto reciproco tra brand, venditori e clienti. Questa premessa è per dire che sì, ritengo ancora vincente la partecipazione alla fiera per i motivi sopra elencati, il gioiello è da sempre simbolo e portatore di memorie e valori ed è giusto che venga introdotto al pubblico e venduto fornendo un esperienza ben precisa al cliente che non solo deve apprezzare la qualità o il design del gioiello ma deve capirne tutte le sfaccettature che lo rendono unico e grazie alla fiera, che fa sì che ci sia incontro ed interazione tra persone, ciò è possibile.
  2. Il nostro stand è stato incentrato nel “mood” Zoccai, che come sempre si distingue per l’eleganza e la ricercatezza del design. I nostri gioielli sono frutto dell’unione di un’arte artigianale molto antica alle ultime tendenze della moda e del design. Un gioiello Zoccai è riconoscibile per la sua identità moderna e unica che spinge i limiti del gioiello classico per creare delle novità assolute mantenendo il valore della preziosità dell’oro, delle pietre preziose e dei diamanti. La nostra azienda così come il nostro stand vuole richiamare la nostra identità in maniera assoluta di alta gioielleria moderna.
  3. Il 2017 sarà un anno ricco di novità per Zoccai grazie all’introduzione delle nuove collezioni e un progetto di forte enfasi sul marketing e la promozione dei prodotti. Ora più che mai è necessario raggiungere quante più persone e potenziali clienti possibile e Zoccai è determinata a far sì che ciò accada sfruttando tutti i canali.Paolo Zanardi | XT retail
    by AN shopfitting magazine no.137 ©


     

Share this article: