RISTORANTE ÀPETIT, UNA FESTA DI SAPORI

RISTORANTE ÀPETIT, UNA FESTA DI SAPORI

📅01 Agosto 2022, 14:21
ENGLISH TEXT

àPetit è un piccolo ristorante con sede ad Aosta che raccoglie in 40 mq alcuni dei più deliziosi esempi di street food regionale italiano. Un paradiso culinario in miniatura di cui lo studio lamatilde ha curato il concept, gli interni e il progetto visivo e di comunicazione.

L’allestimento e l’identità visiva di àPetit compongono un linguaggio esuberante, caratterizzato da colori vivaci e forme morbide, che determinano la personalità dello spazio.

progetto ristorante àPetit Aosta

Le superfici ceramiche effetto terrazzo sono il materiale principe del progetto, rivestendo sia gli arredi custom che le superfici. Il pattern, sui toni tenui grigio-beige, incontra il contrasto cromatico di arredi e pareti, per cui sono stati utilizzati dei color block verde menta e rosso, donando al locale un look dinamico ed estroverso.

Anche il visual mantiene un’estetica sgargiante e colorata, reinterpretando in chiave “pop” il linguaggio dei festoni che decorano le tradizionali fiere di paese, per richiamarne l’atmosfera conviviale e di festa.

Il bancone e le mensole offrono la possibilità di esporre alcuni dei prodotti che compongono il menù. I tavoli alti su disegno e gli sgabelli, Riley Soft di Connubia per l’interno e Nolita di Pedrali per l’outdoor, sono stati progettati e scelti per suggerire agli ospiti un’atmosfera conviviale, mantenendo però il concept informale del locale, in linea con la proposta culinaria di àPetit.

progetto ristorante àPetit Aosta

Grazie ad un lavoro multidisciplinare che unisce interior, grafica e comunicazione, lamatilde ha dato vita anche in uno spazio di dimensioni ridotte ad una vera e propria experience all’interno dello spazio. Colori, arredi custom made e grafiche rispecchiano alla perfezione la proposta gastronomica, giovane ed informale, di àPetit. 

Location Aosta
Concept, interior and visual lamatilde
Area 40 sqm
Photos courtesy Pepe Fotografia

by AN shopfitting magazine no.169 ©

Share this article: