Nuovo Duty Free by Dufry – Aeroporto Milano Malpensa Terminal 2

Duty Free by Dufry – Aeroporto Milano Malpensa Terminal 2

Il progetto parte dalla necessità di Enac di riaprire il terminal 2 di Malpensa dopo gli anni di chiusura dovuti al Covid, spinto dalla volontà di EasyJet di avere un terminal a loro dedicato.

Grazie a queste direttive si formula l’idea di rimodulare l’area filtri di accesso in area air side di conseguenza di rivedere il percorso passeggeri all’interno del vecchio duty free.

 Duty free Malpensa Terminal 2

Con entusiasmo il Gruppo Dufry, nello specifico la sua succursale italiana Dufrital, gestore dell’area duty free, inizia le fase di ideazione  e progettazione dei nuovi spazi per poi incaricare alcune aziende del territorio con cui collabora da anni, Artheco sas, Global Service, Essemme Impianti, di iniziare i lavori prima di demolizione e poi di ricostruzione, impiantistica ed arredamento di tutti gli spazi in un tempo ristrettissimo.

L’intero progetto è stato iniziato e portato a compimento in soli 3 mesi e ha comportato l’utilizzo di più di 50 tra maestranze e professionisti, che si sono avvicendati senza pause e hanno lavorato in modo corale per l’apertura del 30 giugno, giorno dell’inaugurazione, ma soprattutto per permettere a tutti i passeggeri EasyJet di vivere una nuova esperienza emozionale a Malpensa.

Un progetto di 1650 mq

Area Taste of Italy Duty free Malpensa Terminal 2

Il nuovo duty free si sviluppa su uno spazio di 1650 mq, con un percorso centrale passeggeri che si affaccia sulle varie aree merceologiche, aree nelle quali si è voluta sottolineare l’italianità dello scalo andando ad offrire prodotti del made in Italy. Tra i punti di maggior interesse la piazza del gusto, definita proprio “Taste of Italy” in cui una storica Ape car, apre le proprie porte per diventare espositore di prodotti tipici del food italiano oltre che meneghino.

Ampia offerta merceologica

Area Liquori e Tabacchi Duty free Malpensa Terminal 2

Tante le merceologie proposte, a partire dall’ingresso, tabacchi e spirits internazionali, e a seguire una grande parete cantina che accoglie i grandi must del beverage locale, quindi Amari, Limoncello, e Vini da tutta Italia, gli arredi realizzati con le finiture di vari legni, la presenza del mattone e del metallo in una sfumatura bronzata, le piastrelline bianche tipiche delle vecchie gastronomie portano i passeggeri in un percorso emozionale fatto di luci soffuse che ricorda le cantine italiane.

Proseguendo lungo il percorso si affaccia la grande profumeria, realizzata con materiali pregiati, la parete lunga 30 metri è interamente rivestita di gres effetto pietra, e tutti gli arredi sono realizzati con strutture leggerissime di metallo in finitura oro, bianco e nero, con cassettiere in bianco lucido.

Area Profumeria Duty free Malpensa Terminal 2

A bordo sono dotati di lightbox con lastra a trasmissione luce tra i più sottili in commercio e un corollario di illuminazione che è stato una sfida vista l’esiguità delle strutture.

Proseguendo si trovano l’area Occhiali, incentrata sulla realizzazione di un grande totem a pilastro, attorno al quale, su un cilindro in plexiglass a varie altezze, vengono collocati i bestsellers.

Area Occhiali Duty free Malpensa Terminal 2

Ultima ma non meno importante l’area edicola, realizzata seguendo la tipologia Hudson (grande brand delle edicole USA)  allestita tutta in materiali di colore nero, sia per le strutture portanti che per le doghe microslat che attrezzano tutte le pareti. Tutti gli accessori e le gondole sono realizzati su misura su disegno americano in metallo verniciato nero.

Area Edicola Duty free Malpensa Terminal 2

A corollario di tutto il progetto ci sono grandi elementi sospesi, realizzati in cartongesso e in metallo, che sottolineano le aree più importanti, oltre al rivestimento delle travi presenti fatto con speciali cassonetti, in lamiera con un fondo a righe realizzato in legno e oro,  illuminati perimetralmente.

Arredi su misura

Tutti gli arredi e gli elementi caratterizzanti sono stati prodotti su misura, così come il complessissimo disegno dei pavimenti, realizzato interamente a curve e con un intarsio di 15 differenti referenze.

Altro punto particolare e di sfida è stato il rivestimento dei ben 45 pilastri presenti, che in alcuni punti caratterizzano fortemente l’ambiente, mentre in altri tendono a scomparire, e quasi non se ne percepisce la presenza.

Location Milan Malpensa Airport T2, Italy
Area 1650 sqm
Project
 Campos & Pradel
Technical direction
Architect Valentina Zanzucchi
Construction company, plants
 Global Service Company
Electrical systems, lighting
 Essemme Impianti
Furniture and set-up
 Artheco sas

by AN shopfitting magazine no.176 ©