Namari Multibrand – Uno spazio completamente instagrammabile

Namari Multibrand – Uno spazio completamente instagrammabile

📅01 Febbraio 2022, 12:14
ENGLISH TEXT

Il briefing per la nuova immagine retail di Namari Multibrand, in Brasile, è stato chiaro: portare raffinatezza e intimità nel negozio, con un’attenzione particolare al camerino, uno spazio “instagrammabile”utilizzato dalla titolare di Namari, per condividere sui canali social outfit e novità con i suoi clienti e follower.

Bárbara Cassou, architetto e fondatrice di Retail Design LAB, dopo aver svolto alcune ricerche di mercato decide di trasformare l’intero negozio in un grande e unico camerino.

Namari Multibrand - Uno spazio completamente instagrammabile

Nasce così il nuovo concept del multibrand Namari: uno spazio ricoperto da un tessuto di lino simile a quello delle tende di un grande e accogliente camerino. Per creare l’effetto voluto sono stati utilizzati 800 metri di lino in tre colori diversi ma abbinati, dal nude al rosa.

Trattandosi di un marchio moderno, femminile e sofisticato, l’architetto ha deciso di non utilizzare linee rette nel progetto. Il nuovo negozio, infatti,  è stato realizzato interamente con linee curve. La facciata non ha vetrine, è completamente aperta e invita ad entrare nel negozio.

Namari Multibrand - Uno spazio completamente instagrammabile

Tutti gli elementi di arredo sono stati progettati esclusivamente per Namari. Cremagliere, scaffali ed espositori sono realizzati a forma di onda. Alcuni stender, celati dietro le tende, danno la sensazione che i capi d’abbigliamento fluttuano nell’aria.

Parte degli espositori e dei tavoli sono realizzati in cemento pigmentato, progettati da Retail Design LAB in collaborazione con Grauters, artisti specializzati in questo materiale.

Namari Multibrand - Uno spazio completamente instagrammabile

Design: Retail Design LAB
Architect/Responsable: Bárbara Cassou
Location: Shopping Iguatemi Ribeirao Preto, Brazil
Area: 266 sqm
Photo courtesy: Carolina Mossin

by AN shopfitting magazine no.166 ©

Share this article: