Ristorante ENIGMA Barcellona – Un luogo misterioso

Ristorante ENIGMA Barcellona – Un luogo misterioso

📅15 gennaio 2018, 10:34

link-English-text
Il Ristorante Enigma di Barcellona è nato dall’idea del famoso chef catalano Albert Adrià e rappresenta il più ambizioso progetto realizzato dagli architetti dello Studio RCR (Studio vincitore del Pritzker Price 2017), che, ad acquerello, hanno disegnato il progetto e trasformato in realtà con l’aiuto di Neolith by TheSize, azienda designer e produttrice della Pietra Sinterizzata.

Attraverso una stretta collaborazione, eccezionalmente creativa, e l’apporto dato dalle competenze e know-how tecnico di Neolith®, sono nati gli affascinanti ed ultraterreni interni di questo ristorante.

interior design ristorante Enigma Barcellona
Dopo aver lavorato per tre anni sulla proposta di design, lo chef Adrià voleva assicurarsi la perfetta riuscita del suo amato progetto; rinomato per la sua cucina sperimentale e i menù sorprendenti, lo chef si è proposto di creare un ambiente di totale immersione, in grado di ammaliare i suoi ospiti.

Dalla carta alla pietra

Il momento decisivo, in termini di progettazione, venne quando lo Studio RCR, in collaborazione con Pau Llimona, realizzò un disegno ad acquerello di dimensioni di due fogli A3 che successivamente doveva essere applicato a pavimenti, pareti, bagni, ripiani della cucina, armadietti e sistemi di aerazione.

Si trattava di una sfida senza precedenti, dato che prima di allora, non era mai stato realizzato un disegno ad acquerello su Pietra Sinterizzata. Carlos Garcia, designer di prodotto di TheSize spiega: “Dovevamo ingrandire il disegno originale, cercando allo stesso tempo di non perdere la qualità della definizione offerta. Ciascun pixel corrispondeva a due metri di pavimento reale”.

Il dipartimento di Ricerca e Sviluppo di Neolith ha sviluppato la tecnologia in grado di ricreare il disegno sulle lastre e quindi, di realizzarne una perfetta replica. Raggiunto questo risultato, si trattava di combinare i colori, in quanto i toni verde e blu, che venivano richiesti, rappresentavano sfumature insolite per le superfici sinterizzate. L’intensità dei colori doveva perciò adattarsi ai materiali e decorazioni di tutto il ristorante, in modo di ottenere un ambiente omogeneo che ispirasse ai commensali una sensazione di immersione totale.

Con la tecnica di decorazione digitale, brevettata da Neolith (NDD, Neolith Digital Design), è stato possibile riprodurre fedelmente le istruzioni di design dell’architetto. Gli architetti desideravano che ciascuna lastra avesse una texture irregolare, come Riverwashed di Neolith, ma con una sottile lucentezza, che rendesse la superficie multi-sensoriale, visivamente attraente ed invitante al tatto. “Neolith è un materiale contemporaneo dalle molteplici proprietà. Siamo rimasti così sorpresi dalle sue qualità, che ora lo stiamo utilizzando per altri progetti”, spiegano gli architetti di RCR.

Posa

Il pavimento presentava la maggior sfida per via della vasta area da ricoprire. Ciascuna lastra era un pezzo unico e doveva essere combinata esattamente, per generare un design continuativo. Tuttavia, l’unica maniera di ricostruire l’immagine completa del puzzle fu quella della modifica di prospettiva.

Inizialmente, Neolith ha posato l’intera pavimentazione fuori sede ed ha utilizzato un drone per scattare foto dall’alto, in modo da escludere eventuali incoerenze.
interior design ristorante Enigma Barcellona

RCR Arquitectes e Llimona ne hanno ricavato uno spazio organico, ricco di concavità e corridoi stretti, per il quale si sono dovute tagliare le lastre in sei pezzi di minori dimensioni, arrivando ad una larghezza di soli 3 cm per il pezzo più piccolo. La precisione assoluta ne ha garantito l’uniformità del disegno ad acquerello.

Ispirandosi ad una cartina geografica, si è attivato un sistema di coordinate e ciascuna lastra è stata contrassegnata con una etichetta, in modo da identificarne l’esatta posizione nel progetto. In questo modo i posatori in loco sono stati messi in condizione di ricomporre, come un puzzle, gli interni del locale.

ENIGMA RESTAURANT

Lo chef Albert Adrià, gli architetti dello Studio RCR e Neolith sono pluripremiate aziende per il loro specifico settore. La loro partnership ha reso possibile la creazione di un progetto veramente spettacolare in termini di design, prodotti altamente qualitativi, cucina d’avanguardia e creatività. I coperti sono circa venti, sparsi lungo i meandri di un corridoio simile ad un labirinto, su una superficie di 700 mq., caratterizzata dai toni del grigio con giochi di trasparenze, cristalli e resine e dalle vaporosità ovattate delle maglie metalliche del soffitto, come nuvole; superficie tratteggiata da luci cangianti per l’intero percorso. Al ristorante si accede componendo un codice personale, per poi degustare piatti dalla composizione minimalista. A completare l’esperienza multisensoriale, per l’intero staff del ristorante Enigma, sono state scelte divise appositamente studiate da RCR/P. Llimona.

NEOLITH®

Il termine Neolith significa “Nuova pietra”.  In questo materiale, le migliori materie prime e tecnologia di ultima generazione si combinano per dare vita ad una piastrella high-tech. Il prodotto è naturale al 100%, è composto da materie prime grezze -argille, feldspato, silice e ossidi minerali naturali- ed è riciclabile.

THESIZE

theSize ha sede a Castellón, Spagna, ed è stata fondata nel 2009 con l’obiettivo di creare una nuova categoria di materiale adatto all’edilizia di interni ed esterni: ripiani per cucina e bagni, mobili, pavimentazioni e facciate. Nel 2011 il marchio Neolith venne lanciato come superficie compatta di alta gamma dalle rivoluzionarie caratteristiche fisiche e tecniche.
by AN shopfitting magazine no.142 ©


 

Share this article: