Un interno contemporaneo per la nuova boutique PESERICO di Roma in Campo Marzio.

Un interno contemporaneo per la nuova boutique PESERICO di Roma in Campo Marzio.

📅21 Gennaio 2015, 10:44

I colori chiari e la semplicità compositiva caratterizzano lo spazio del flagship store Peserico.

Il marmo bianco di Asiago, la quercia naturale ed il ferro cerato sono i materiali impiegati per la ristrutturazione dei nuovi ambienti al piano terra di un palazzo del centro storico di Roma.

flagship store Peserico di Roma progettato da C&P Architetti

Le lastre di marmo impiegato per il pavimento, proseguono sulle pareti laterali con lo stesso ritmo di posa “a correre”, sottolineando la continuità materica del nuovo intervento e divenendo il supporto sopra il quale si posano gli elementi di arredo e i capi delle collezioni.

Lungo la parete di destra, dal lato dell’ingresso, un tubo di ferro percorre l’intera profondità del negozio riflettendo i capi appesi sulla parete di fondo; i due piani sfalsati delle pareti a specchio, collocate nella parte finale del negozio, contengono un camerino di servizio e la scala di accesso al magazzino del soppalco.

flagship store Peserico di Roma progettato da C&P Architetti

Lungo il lato opposto, un basamento in marmo rialzato si prolunga dalla cassa fino alla vetrina fronte-strada come un piano di appoggio per valorizzare i capi e gli oggetti esposti.

Una zona del pavimento, rivestita di tavole di legno naturale, incidendo il marmo, marca la centralità dello spazio del negozio e fa da contrappunto alla lanterna retroilluminata posta nella zona centrale del soffitto.

peserico roma

All’interno dello spazio sono previsti pochi elementi funzionali: la cassa in legno naturale, le mensole in ferro naturale lungo la parete di sinistra (per i capi piegati) un pouf di cuoio e un banco centrale di metallo e vetro extra-chiaro.

L’atmosfera generale della luce è data dalla lanterna in pvc retroilluminata, mentre l’illuminazione puntuale dei capi appesi e piegati, avviene attraverso i fari posti nel taglio perimetrale del soffitto. Un corridoio stretto di specchi si prolunga dalla cassa verso un piccolo salottino retrostante il negozio che accoglie la dressing-room: uno spazio più raccolto e appartato, destinato alla prova dei capi.

Le pareti di questo piccolo ambiente sono rivestite in tessuto e specchio, l’elemento centrale girevole di tessuto, funge da separè mobile, mentre il plissè sul soffitto è di metallo forato e retroilluminato.

project C&P Architetti – Luca Cuzzolin, Elena Pedrina


C&P  ARCHITETTI

E’ uno Studio di architettura di Luca Cuzzolin ed Elena Pedrina. Luca Cuzzolin si laurea in Architettura a Venezia con Vittorio Gregotti, con il quale poi collabora  presso lo  studio  di Milano.  Ha lavorato  a Berlino  e con  David Chipperfteld a Londra. Elena Pedrina studia a Barcellona con Albert Viaplana e si laurea in Architettura a Venezia con Arrigo Rudi. Nel 1999 fondano C&P ARCHITETTI a San Donà di Piave e, nel 2001, CCP-Architekten a Basilea. L’attività dello studio è rivolta alla progettazione di ville private, spazi direzionali, laboratori di ricerca e architettura di interni. Numerose le partecipazioni a concorsi di architettura, con i quali hanno ottenuto incarichi e riconoscimenti. l loro lavori sono stati esposti a mostre di architettura e pubblicati su riviste, libri e cataloghi.

Dal 2009  lo  studio  si occupa  anche  della  progettazione di spazi per retail, show-room e negozi. In seguito alle esperienze maturate con aziende quali Sun68, Brian&Barry, Peserico, é-spinazzè, un settore dello studio si rivolge, ora, alle aziende del mondo della moda interessate ad interagire con l’architettura contemporanea. Lo studio, con sede San Donà di Piave (Venezia), ha supporto tecnico-operativo a Milano, Roma e Berlino.

photos courtesy Luca Casonato
by AN shopfitting magazine ©


Share this article: