PARENTESI Concept Bar, Frattamaggiore

PARENTESI Concept Bar, Frattamaggiore

📅09 Giugno 2021, 15:56
ENGLISH TEXT

A Frattamaggiore, nella città metropolitana di Napoli, l’Architetto Carmine Abate firma un concept bar tutto giocato sugli accostamenti.

È stata la particolare planimetria a mezzaluna ad indicare il nome Parentesi. Un locale che, dagli anni ’80, ha subìto un cambio di destinazioni d’uso per tornare a quella originaria dopo un’accurata ristrutturazione.

Parentesi concept bar by Carmine Abate Architect

Il nome scelto dall’Architetto Carmine Abateriporta un concetto ricco di dettagli, che fa riferimento ad un modo di vivere il proprio tempo libero, concedendosi una pausa di degustazione fra centinaia di etichette di distillati e piatti unici, all’interno di un ambiente raffinato dove le caratteristiche strutturali sono state risolte con soluzioni ad hoc.

La pianta di 130 mq, una crasi tra un trapezio ed una mezzaluna con un imponente setto portante al centro, è stata gestita in diverse aree: la zona d’ingresso (punta) è dedicata alla sala drink, la parte finale (poppa) alla sala dinner, mentre quella centrale al banco bar e ai servizi che risultano coperti dal piano ammezzato riservato al deposito e a un piccolo ufficio; all’esterno, il prospetto curvo verso la piazza accoglie tavoli e divanetti; un sipario di colore blu con una corona di gelsomini.


Oltre al blu dell’esterno, tanti colori, tutti coordinati: bianco ottico, verdone, carta da zucchero. Una varietà che si ritrova anche nei materiali: legni naturali, come il rovere tinto nero oppure laccati come per il rivestimento scanalato del bancone verde lucido; seminati in marmo Palladio per il top del banco bar e Tonale, Grigio Carnico e Black Royal per gli inserti nei piani dei tavoli con svariate geometrie. Diverse ambientazioni in stile coloniale, ricche di contaminazioni e combinazioni.

Parentesi concept bar by Carmine Abate Architect

I rivestimenti murali di foggia orientale sono accostati alla paglia di Vienna ed ai pavimenti bicolori (bianco/nero) posati a spina di pesce. I divani in morbido velluto trovano, nella plastica lucida di colore nero di poltroncine e sedute chaise longue, il loro contro altare.

Fra tutti gli elementi d’arredo, la zona bar gioca un ruolo di rilievo per posizione e struttura. Il bancone a L è incastrato tra i due setti portanti in muratura e risulta a servizio sia della sala drink sia della sala dinner. Il top è realizzato con lastre di graniglia di marmo mescolata a resina con finitura lucida.
La parte frontale è in MDF, laccato in verde lucido con scanalatura su disegno, zoccolatura in alluminio con finitura oro satinato. La parte superiore del bancone è rivestita da una boiserie in rovere tinto nero con inserti in paglia di Vienna naturale che nasconde il piano ammezzato (deposito ed ufficio) e diventa bottiglieria con fondo di specchi per alleggerire la massa e sembrare più ampia.

Illuminazione

La planimetria e l’impostazione del locale hanno richiesto un’illuminazione in più punti e completamente dimmerabile per ottenere scenari dettati dall’occorrenza. La sala dinner è dominata dal lampadario di due metri Vertigo di Petite Friture, che crea effetti mobili al soffitto e sulle pareti accentuati anche dalla fluttuazione, provocata dall’aria, di nastri applicati alla fonte di luce. Sospensioni a cono con sfera iridescente alla base, sempre di Petite Friture, sono posizionate nella zona divani, mentre i parati firmati Gucci sono valorizzati da spot su disegno.
La zona bar prevede due tipi di punti luce: retroilluminazione a led per le bottiglierie e faretti RGB che si accendono all’occorrenza per la consolle e il bancone.

Parentesi concept bar by Carmine Abate Architect

Location Frattamaggiore Naples –Italy-
Design Carmine Abate Architect
Area 130 sqm + 30 sqm outdoor
Photos courtesy Carlo Oriente

CARMINE ABATE ARCHITETTO

Carmine Abate, dopo due esperienze all’estero a Parigi e a Lisbona, risiede a Napoli, dove si occupa principalmente di architettura di interni di residenze e spazi commerciali: bar, show room, ristoranti

by AN shopfitting magazine no.162 ©

Share this article: